Home / Visita il Parco / Escursioni

Escursioni

E' possibile consultare on-line il geonavigatore della Valle d'Aosta.

Le schede illustrano i principali itinerari escursionistici che si snodano all'interno del Parco e nei suoi immediati dintorni. Si veda anche la voce "Sentieri guidati", che contiene schede dedicate a itinerari descritti su pannelli e opuscoli.
Con terreno innevato pochi itinerari sono praticabili da persone non esperte. Vedere le voci "Altre attività - Scialpinismo" e "Altre attività - Racchette da neve".
Coloro che fossero interessati ad effettuare le escursioni con l'accompagnamento di Guide escursionistiche naturalistiche o di Guide Alpine possono rivolgersi direttamente alle Associazioni di categoria:

Sentiero intervallivo 102 (Champdepraz - Col Medzove)

Escursione molto lunga che permette di visitare i vari ambienti del Parco, proseguendo poi attraverso il Vallone di Clavalité in direzione di Fénis oppure di Champorcher o Cogne.
Poco oltre la metà del tragitto è possibile pernottare al rifugio Barbustel. Include parte del "sentiero lichenologico", dotato di pannelli illustrati e descritto su un pieghevole a distribuzione gratuita, nonché il "sentiero guidato" del Lac de Pana (targhette esplicative e opuscolo descrittivo in vendita presso le sedi del Parco).

Collegamento Col Fussy-Col Medzove e viceversa

Itinerario tra i due colli che permette di collegare le due vallate del parco: Champorcher e Champdepraz. Lungo questo raccordo è possibile effettuare la bella traversata del parco tra i rifugi Dondena e Barbutel.

Tour dei laghi di Champorcher

L'itinerario permette di ammirare 4 laghi alpini e, vista la lunghezza richiede un certo grado di allenamento. Lungo il percorso è facile osservare rapaci ed ungulati; interessante la flora tipica dei laghi e quella delle praterie alpine.

Chardonney - Dondena (Alta Via n. 2)

L'ALTA VIA E' ATTUALMENTE CHIUSA NEL TRATTO CHARDONNEY-CHAMPLONG (per aggiornamenti consultare il Geonavigatore della Regione Autonoma Valle d'Aosta http://geonavsct.partout.it/pub/geosentieri/)

L'itinerario si snoda nella suggestiva gola del Torrente Ayasse. Nel primo tratto un ripido sentiero attraversa un bosco di conifere; il secondo tratto si sviluppa invece attraverso i pascoli. E' un percorso caratterizzato "dall'impronta dell'uomo": dapprima il tipico paese di Chardonney e l'incredibile opera di costruzione del sentiero su cui si cammina con innumerevoli gradini di pietra o legno e muretti a secco; poi antichi edifici tradizionali in pietra ormai coperti dai licheni, per finire con stalle, alpeggi e un confortevole rifugio.

Mont Blanc - Dondena

Viste la brevità e facilità del percorso l'itinerario permette di essere effettuato anche con bambini. Lungo il tragitto è possibile avvistare ungulati e rapaci. Interessante e varia la fioritura durante la bella stagione. Il percorso si snoda appena al di fuori dei confini del parco.

Dondena - Col Pontonet (sentiero 8)

Itinerario che si sviluppa attraverso i pascoli alpini e permette per lunghi tratti di seguire l'antica strada reale di caccia voluta dal Re Vittorio Emanuela II. Il percorso attraversa i tipici ambienti che ospitano gli Ungulati alpini: camosci e stambecchi. Abbondanti lungo buona parte dell'itinerario sono le marmotte. Dal col Pontonnet si gode una meravigliosa vista sul Gran Paradiso.

Dondena - Col Fenêtre (sentiero 7b)

Il col Fenêtre è un importante valico tra la valle di Champorcher e il vallone dell'Urthier, in val di Cogne. L'itinerario ricalca gli antichi sentieri della strada reale di caccia fatta costruire dal re Vittorio Emanuele II e ancora ben riconoscibile in diversi tratti.

Dondena - Lac Miserin

Itinerario di facile percorrenza che ha come meta una delle zone più suggestive del parco del Mont Avic.Il lago Miserin è uno dei maggiori bacini lacustri della Valle d'Aosta. Sulle sue sponde sorgono il santuario, meta della tradizionale processione della madonna delle nevi il 5 di agosto, e l'omonimo rifugio. Possibilità di percorrere il sentiero utilizzando la guida elettronica vinces, disponibile presso il punto informativo di Chardonney.

Dondena - Mont Glacier

E' il percorso che permette di raggiungere la cima più alta del parco: il Mont Glacier, conosciuto anche come Tête-de-Savoney (3185 m). Punta panoramica da dove, nelle giornate serene, si possono osservare le più famose montagne delle alpi Occidentali: Monte Rosa, Cervino, Grand Combin (un quattromila in territorio svizzero), Monte Bianco (in parte coperto dal Mont Emilius) ed il Gran Paradiso. Se la giornata è limpida, guardando oltre la Rosa dei Banchi, verso le pianure piemontesi, è possibile scorgere l'aguzza cima del Monviso.

Dondena - Bese - Lac Miserin

Il sentiero permette di scoprire la splendida conca del lago Miserin, uno dei maggiori bacini lacustri della Valle d'Aosta. Sulle sponde del lago sorgono l'omonimo rifugio e il santuario meta della tradizionale processione della Madonna delle nevi il 5 di agosto. L'itinerario offre scorci panoramici sul parco del Mont avic che si estende sulla sinistra orografica del torrente Ayasse fino alla testata della Valle.