Home / Visita il Parco / Escursioni / Dondena - Col Moussaillon

Dondena - Col Moussaillon

Dondena - Col Moussaillon

Sentiero immerso, nel primo tratto, nei pascoli alpini, dove le marmotte fanno da padrone, per poi inerpicarsi lungo selvaggi versanti abitati da stambecchi e qualche camoscio. L'itinerario presenta anche interessi storici sviluppandosi lungo l'antica strada reale costruita per le battute di caccia del Re Vittorio Emanuele II.

Difficoltà: E
Dislivello in salita: 757 m
Tempo di salita: ore 2,30
Luogo di partenza: Dondena (2100m)
Segnavia: 7 -7C-8B

Itinerario:
Si lascia l'auto al piazzale di Dondena e si prosegue lungo la strada poderale che attraversato il torrente Ayasse giunge al rifugio Dondena (segnavia 7, circa 20 minuti).
Giunti al rifugio (2190m) si prosegue verso destra, sempre lungo la strada poderale (segnavia 7C-8). E' possibile una variante: a Dondena, poco dopo il ponte, si può svoltare a destra prendendo un sentiero che attraversa i prati e si ricongiunge sulla strada poderale poco a monte del rifugio Dondena.
Dopo circa 20 minuti si giunge al Pian Enseta (2335m, circa 45 minuti) dove si lascia la strada per proseguire sulla destra lungo un sentiero (segnavia 8b). Attraversato su un ponte il torrente Ayasse, si prosegue a sinistra percorrendo un dolce pianoro per poi iniziare una ripida salita con numerosi tornanti. Giunti a circa 2430m, si dovrà, seguendo la segnaletica gialla e nera sulle pietre, proseguire verso sinistra (segnaletica 8-8b). Si raggiunge un bel sentiero (la strada reale di caccia ancora ben evidente) che si lascia però subito per proseguire a destra lungo l'itinerario 8b (circa 2530m, ore 1,30). Proseguendo lungo un sentiero che compie ampi tornati si raggiunge il versante sotto cresta, dove il sentiero compie un lungo traverso su ghiaioni e rocce e porta al Col Moussaillon (2857m, 2,30 ore). Scendendo fuori parco lungo l'itinerario 5d-5c si può raggiungere facilmente il Rifugio Borroz, sito nell'alto vallone di Clavalité.

Per ridurre al minimo il disturbo alla fauna si raccomanda di non uscire dai sentieri segnalati e tenere i cani al guinzaglio.